La raccolta differenziata in Cina

La Cina è responsabile di un quarto di tutta la plastica abbandonata al mondo. Ed effettivamente non si può fare a meno di notare quanta ce ne sia ovunque e quanta poca attenzione ci sia attorno a questo tema. Come non si può fare a meno di vedere che i cestini della raccolta differenziata della spazzatura in Cina sono solo due: uno per la differenziata e uno per tutto il resto.

Cestini della raccolta differenziata in Cina
Secchi della mondezza in Cina

La differenziata manuale

Mi sono domandata come facessero a suddividere i vari rifiuti. E poi un giorno ho trovato loro, i differenziatori, ossia coloro che uno ad uno con delle pinze, ma senza guanti, differenziano l’immondizia (principalmente la plastica). Un lavoro infinito ed estenuante che non viene di certo facilitato dalla diligenza della gente che mischia tutto (rifiuti differenziabili e non) e che in più ci sputa sopra. Sì, perché in Cina, come ben saprete, la gente sputa, anzi no, scatarra. E quando non lo può fare per terra lo fa dentro al cestino dell’immondizia. In uno dei due indifferentemente, anche se lo scatarro andrebbe nell’umido.

Secchi della raccolta differenziata della mondezza
Secchi della spazzatura nel Parco di Zhangjiajie

Ad occuparsi della raccolta differenziata della spazzatura in Cina, in questo caso della plastica, ci sono poi quei signori che con una meticolosa pazienza e tecnica accartocciano le bottiglie e le assemblano per poi venderle alle aziende di riciclaggio.

raccolta differenziata della plastica
Raccolta della plastica

Una coscienza ambientale ancora in salita

In linea di massima facendo io particolarmente attenzione a questo genere di cose, i cinesi, come tanti altri popoli, non sono particolarmente sensibili alle tematiche ambientali, forse più paragnosti. Ad esempio, nei luoghi in cui non si può fumare, vedi la Grande muraglia o il Parco di Zhangjiajie, non vi è traccia di mozziconi. Appena il divieto scompare la scena cambia completamente, considerando poi che i cinesi fumano come dannati.

Di mondezza in giro non se ne trova tantissima, ma è merito degli operatori ecologici che puliscono con una frequenza ineccepibile. Anche nel più impervio dei posti troverai sempre uno di loro intento a raccogliere il sacchetto di patatine dato alle scimmie (ne parlo qui) o la bottiglietta d’acqua del turista distratto, o forse semplicemente stronzo.

raccolta dei rifiuti
Esemplare di raccoglitore di rifiuti altrui

Abbiamo raccolto qua e là vari rifiuti perché in quel verde rigoglioso la bottiglia di plastica stonava proprio o perché quell’imballaggio chissà dove sarebbe arrivato e soprattutto perché non ci è costato nulla ed andava fatto. Sappiamo di non aver salvato il mondo e di non aver fatto niente di che ma nel nostro piccolo ci siamo uniti a chi fa la stessa cosa in ogni dove. Così da non renderlo più solo un piccolo gesto.

Ed è per questo che Trip&Clean ci piace tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *