Il mercato dei grilli di Shanghai

Il mercato dei grilli di South Xizang road, a Shanghai, è stato di certo quello più particolare che abbia mai visto. Ci sono capitata per puro caso mentre facevo un giro nella città vecchia, perché una signora americana è stata così carina da fermarci per strada e raccontarci che a pochi metri da dove ci trovavamo esisteva un mercato molto particolare. Incuriositi, dopo averci scambiato due chiacchiere, decidiamo di andarci. Di lì a pochi passi ci si è aperto un mondo.

Shanghai
Ampia scelta di grilli

All’interno dell’edificio un rumore che ti trapana il cervello: sono i mille mila grilli, di tutte le dimensioni, rinchiusi nelle altrettante scatoline, pronti ad essere venduti al miglior offerente.

Potrebbero interessarti anche:

Come vengono scelti i grilli da acquistare

Tanti commercianti espongono qui la loro “mercanzia” e gli acquirenti, con lente di ingrandimento alla mano, ne scrutano ogni particolare, mettendone alla prova anche la capacità di reazione, la prontezza dei riflessi e la violenza dell’attacco. Cercano infatti di infastidire i grilli con dei bastoncini, per testarli. Più sono forti, più costano. E la forza è molto importante dato che lo scopo ultimo è il combattimento.

Perché in Cina esiste addirittura un campionato nazionale di combattimento tra grilli, anche se c’è da dire che attualmente non sono più legali quindi li si fa combattere clandestinamente.

Grilli da compagnia

Qui a Shanghai, ma con tutta probabilità in tutta la Cina, c’è chi acquista i grilli anche per tenerli sull’uscio di casa, come animali da compagnia, perché il loro canto sembra essere di buon augurio.

Shanghai
Dolcissimi esemplari di animale da compagnia

Non solo grilli

Ho chiesto ad una signora di poter fotografare i “prodotti” del suo banchetto e per tutta risposta lei ha dato una bella ravanata alle falene che vendeva, come se dovesse mettere a lucido le sue creaturine per farle uscire al meglio in foto.

Alla fine, dopo avere visto serpenti, larve, rane colorate, polli, topi e, ne sono convinta, pure il Gabibbo, consapevole che oramai il mio sonno sarebbe stato disturbato a vita, decidiamo di andare via.

Shanghai
Rane colorate
Shanghai
Falene ravanate

Da allora non dormo più, urlo in loop “Belandi” e “Besughi” e mi domando: “ma la signora americana non si poteva fare gli affari suoi quel giorno?”.

2 risposte a “Il mercato dei grilli di Shanghai”

  1. Terribile…. Che adulti siano così crudeli con un animaletto piccolo e indifeso…. non so se lo sai… i cinesi mangiano i cani… altra cosa rivoltante.
    Grazie, grazie….

    1. Ciao, Anna Maria. Sì, so che in alcune zone della Cina (ad esempio Yulin) si mangia carne di cane, ma è una tradizione non più così popolare. Anche in alcuni Paesi del Sud-Est asiatico succede la stessa cosa. C’è da dire che in Occidente consumiamo altri tipi di carne e sempre di animali si tratta. A noi colpisce di più come “fenomeno” perché per noi i cani sono animali domestici. Questione di prospettive e di differenze culturali. È un’atrocità anche per me, però si tratta delle usanze e delle tradizioni di un Paese che in quanto tali, per quanto non approvi, rispetto.
      Grazie a te per aver letto l’articolo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *